Riapertura centro yoga - 2 Ottobre 2018

cranio

La scoperta da parte di William Gardner Sutherland, che le ossa craniche sono dotate di una loro mobilità intrinseca, che probabilmente riflette ed interagisce con una fluttuazione ritmica del liquido spinale, ha contribuito notevolmente alla conoscenza della fisiologia e di tutto il sistema organico umano.

Il ritmo cranio sacrale, è molto lento, con cicli tra sei e dodici al minuto, ed è composto da una fase di flessione e una di estensione. Esiste una zona neutra, un rilassamento tra la fine di una fase e l’inizio della successiva. Questa zona è un potente armonizzatore e rappresenta uno spazio di profonda tranquillità.

E’ da questo spazio che parte il trattamento Osho Cranio Sacral Balancing che tende ad armonizzare, bilanciare, riallineare le strutture del nostro corpo.

Un ascolto delicato ed un tocco leggero sui diaframmi respiratori, e su tutto il sistema cranio sacrale può apportare profondi benefici e infondere un profondo contatto con se stessi.