Riapertura centro yoga - 2 Ottobre 2018

Sukha = "piacere", "gioia", "felicità", "facile", "piacevole", "tranquillo".

Sukhasana - Posizione facile

"Porre le piante dei piedi completamente sotto le cosce, tenere il corpo eretto e sedere comodamente. Questo è Swastikasana. In questo modo il saggio Yogi deve praticare la regolazione dell'aria. Nessuna malattia può attaccare il suo corpo. Questo è anche chiamato Sukhasana (posizione facile)". Tratto da : "Gheranda Samhita"

Fra le 28 posizioni sedute per la meditazione, questa è la più facile. Ripetendola spesso diviene sempre più comoda, ferma e piacevole.

 

Benchè questa asana venga chiamata "facile", per gli occidentali che si accingono a praticarla essa presenta qualche difficoltà iniziale. Raccomandiamo quindi di sedersi su un cuscino duro o su un libro, che dopo costante pratica verrà tolto.

Seduti a terra (o sul cuscino) con le gambe tese avanti a sè, piegare la destra collocandone il calcagno sotto la coscia opposta; piegare poi l'altra gamba venendo così ad incrociare le caviglie. Quest'ordine potrà essere alternato. Le ginocchia, la distanza tra le quali dovrà essere portata gradualmente al massimo, dopo un certo allenamento dovranno quasi toccare il terreno. La spina dorsale, il collo, il capo dovranno essere eretti. Le braccia andranno distese. Le mani potranno essere : a) aperte palmo in avanti, poste di taglio sulle ginocchia, dita tese e unite, indice e pollice piegati in contatto (Jnana-mudra = simbolo della conoscenza); b) appoggiate semplicemente, dorso in alto, palmo sulle ginocchia. Rilassare per quanto possibile il corpo. Chiudere gli occhi e raccogliersi composti. Respirare lentamente concentrando la mente sul movimento dei polmoni. Sukhasana è considerata un'ottima posizione per la respirazione (pranayama), la concentrazione (dharana) e la meditazione (dyana). La sua corretta tecnica di raccoglimento e armonia, la sua compostezza e immobilità fanno sparire l'agitazione nervosa, predispongo il corpo e la mente ad eseguire, traendone il massimo rendimento, le asanas, le posizioni yoga.

Tratto da : Carlo Patrian "Yoga"

 

Sukha-asana

"posizione piacevole" o "facile". Altro nome dello 'svastika-asana'.

Svastika :

derivato da 'su' "bene" e 'asti', terza persona del presente del verbo "essere", questo vocabolo indica un segno mistico di prosperità e buona fortuna : una croce con tutti i bracci piegati ad angolo retto verso destra. Si tratta di un antico simbolo solare che figura anche nella fisiologia mistica dello hatha-yoga.

Svastika-asana - Posizione della prosperità o posizione a croce

Altresì denominato sukha-asana, questa postura deve il suo nome al particolare incrocio delle gambe ed è considerata "la posizione prospera" apportatrice di fortuna. Corregge i difetti posturali della colonna vertebrale, favorisce la distensione psichica e la concentrazione mentale.

Tratto da : Stefano Piano "Enciclopedia dello yoga"  

Teoria dello Yoga